fotografie · montagne

Da Camogli a San Fruttuso

Domenica 5 aprile la sottosezione CAI di Manerbio (BS) ha organizzato un’escursione nel promontorio di Portofino, lungo un percorso che da Camogli porta a San Fruttuoso.

Hanno aderito all’escursione un centinaio di persone per cui sono stati previsti due pullman e il capogruppo, il Presidente Fabrizio Bonera, ha organizzato dei sottogruppi di uno dei quali sono vicecoordinatore (agli ordini di Maria Teresa).

Partenza da Manerbio alle 6.30 (e quindi levataccia alle 5.20) con arrivo alla frazione San Rocco di Camogli verso le 10.15.

Percorreremo il sentiero che da San Rocco in quasi 3 ore ci condurrà a San Fruttuoso passando per le Pietre Strette; peccato che il tempo sia bruttino.

Seguiamo una stradella che, superato un piccolo abitato, diviene presto una mulattiera e poi un sentiero; dall’alto ammiriamo punta Chiappa.

Il sentiero sale decisamente verso Sella di Toca e Semaforo Nuovo, da dove il panorama sarebbe dovuto essere amplissimo, se non fossimo immersi nella nebbia.

Proseguiamo a mezza costa verso il valico di Pietre Strette, da dove inizia una discesa che, a tornanti, conduce a San Fruttuoso, dove arriviamo con un bel sole caldo sistemandoci sulla spiaggia per una breve pausa pranzo; io ne ho approfittato per abbronzarmi un po’ mettendomi in “tenuta da mare”.

L’Abbazia di San Fruttuso è un antico complesso monastico dell’XI secolo, attualmente proprietà del FAI – Fondo Ambiente Italiano, incastonata in una meravigliosa baia raggiungibile sono a piedi o via mare; peccato che sia affiancata da un brutto albergo anni 60, ma tant’è siamo in Italia.

Per il ritorno ci dividiamo in due gruppi: il grosso tornerà via mare in battello, mentre una trentina di “duri e puri” affronterà il sentiero delle batterie, molto spettacolare ma riservato ad escursionisti esperti ed allenati sia per l’impegno fisico che per la presenza di alcuni passaggi attrezzati con catene.

Quale conferma, a metà percorso incontriamo un escursionista in difficoltà, cui prestiamo primo soccorso, che verrà successivamente assistito da medici giunti in elicottero e recuperato in barella da volontari del soccorso alpino.

Il tempo, dapprima bello e caldo, verso la fine del percorso cambia improvvisamente e veniamo raggiunti da un temporale; ma nel mio zaino non mancano mai giaccavento impermeabile e ombrellino ;-).

Verso le 18.00 raggiungiamo il resto del gruppo a San Rocco già pronto per il ritorno; alle 21.00 siamo a Manerbio per i saluti e gli arrivederci alla prossima escursione.

Le fotografie dell’escursione sono raccolte nel:

Annunci

2 thoughts on “Da Camogli a San Fruttuso

  1. A parte le foto della montagna, … quando vedi anche
    quelle del mare, fai una piccola riflessione e ti chiedi
    …perche’ si deve stare in ufficio?
    Comunque” si dice” che ci aspettano due giorni di sole
    stupendo !

    A presto
    Luisella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...