fotografie · montagne

Capodanno sull’altopiano di Fanes

Il Parco naturale Fanes – Sennes – Braies comprende i vasti altopiani di Fanes, Sennes e Fosses, ed è circondato da cime dolomitiche che raggiungono (e talvolta superano) i 3.000 metri: Croda Rossa d’Ampezzo (3.146 m), Cima Cunturines (3.064 m), La Varella (3.055 m), Cima Dieci (3.026 m), Cima Fanis di Mezzo (2.989 m), Cima Nove (2.968 m) tra le principali.

Al suo interno si trova il lago di Braies, sovrastato dalla Croda del Becco (2.810 m).

Approfittando delle vacanze natalizie, siamo andati alla scoperta di questa zona delle dolomiti, e in particolare dell’altopiano di Fanes, nella sua meravigliosa versione invernale.

Punto d’appoggio per la minivacanza di quattro giorni, dal 31 dicembre al 3 gennaio, è stato il Rifugio Fanes, posizionato a 2.060 m di quota nell’Alpe di Fanes Piccola.

Mercoledì 31 dicembre verso le 9:30 con calma ci mettiamo in marcia: l’itinerario più semplice prevede di passare mediante la A4 per Verona, proseguendo lungo la A22 per Bressanone, quindi per la SS49 della Pusteria fino a San Lorenzo di Sebato. Da qui si prosegue con la SS244 di Val Badia fino a Longega e infine si percorre la (lunga e freddissima) val di Tamersc fino al Rifugio Pederü (1.584 m). Quasi 300 km per almeno 3 ore e mezza!

31.12.2008: Rifugio Fanes (2.060 m)

La giornata è bella, ma con un freddo decisamente pungente. Carichiamo i borsoni sul gatto delle nevi e per le 12:45 ci mettiamo in marcia lungo la pista perfettamente battuta che in poco più di due ore ci porta al Rifugio Fanes, con la luce ormai bassa del tramonto che si approssima.

La serata è ovviamente dedicata al Cenone di San Silvestro, con ottima cena allietata da un gruppo musicale, comprendente il rifugista, che suona vari strumenti compreso un bislacco bastone piedato. A mezzanotte come d’obbligo facciamo un brindisi fuori dal rifugio, con fuochi d’artificio … e freddo polare!

Le fotografie dell’escursione sono raccolte nel:

Sintesi dell’escursione:

Escursione: Rifugio Fanes (2.060 m)
Ciaspole e sci
Class. SOIUSA: Sottogruppo di Bechei
Dolomiti di Braies, BZ
Loc. partenza: Rifugio Pederü (BZ) Loc. arrivo: Rifugio Fanes (BZ)
Alt. partenza: 1.548 m Alt. arrivo: 2.060 m
Alt. minima: 1.548 m Alt. massima: 2.060 m
Guadagno elev.: 510 m Perdita elev.: 0 m
Orario inizio: 31/12/2008, 12:45 ca Orario fine: 31/12/2008, 15:00 ca
Sviluppo: 5,9 km Tempo movim.: 2:15 h ca
Tempo salita: 2:15 h ca Tempo discesa: 0:00 h
Vel. salita: n.d. Vel. discesa: n.d.
Traccia GPS: Fotografie:

01.01.2009: Col Bechei (2.794 m)

Giovedì 1° gennaio, capodanno, si apre con una giornata bellissima … e gelida, ma noi instancabili abbiamo previsto un’escursione sul Col Bechei, panoramicissima cima che si erge alle spalle del rifugio.

Partiamo dal rifugio verso le 10:00 e in 45 minuti saliamo al Passo del Limo (2.172 m); tenendoci alla sinistra del ghiacciato Lago del Limo, risaliamo il pendio che raggiunge l’evidente “spalla” a circa 2.560 m, verso le 12:25.

Qui Laura e Alessandro preferiscono fermarsi, mentre noi proseguiamo risalendo faticosamente l’irto pendio che conduce all’anticima (2.750 m), con bel panorama su Cima Nove, sul Monte Sella di Fanes e sull’altopiano di Sennes.

Percorriamo il tratto in cresta e proseguiamo quindi per la cima del Col Bechei (2.794 m) che raggiungiamo verso le 13:15.

Grazie alla posizione isolata, il panorama è tra i più ampi e spettacolari che abbia mai visto: di fronte a noi verso sud, vicinissime, le Cime di Campestrin e le Cime di Furcia Rossa, appena dietro svettano le Tofane, un po’ più a est la Cima Cunturines.

Verso est, la Croda Rossa d’Ampezzo, le Tre Cime di Lavaredo, il Gruppo del Cristallo.

Verso ovest e nord, la cima di La Varella e l’altopiano di Fanes chiuso dal Sasso di Santa Croce, Cima Dieci e Cima Nove.

Ma è ora di far ritorno e alle 13:45 ci rimettiamo in moto, per non farci cogliere dal tramonto e dal freddo. Per le 15:15 siamo nuovamente al Passo del Limo (2.172 m) e alle 15:45 siamo di ritorno al nostro rifugio.

Le fotografie dell’escursione sono raccolte nel:

Sintesi dell’escursione:

Escursione: Col Bechei (2.794 m)
Ciaspole e sci
Class. SOIUSA: Sottogruppo di Bechei
Dolomiti di Braies, BZ
Loc. partenza: Rifugio Fanes (BZ) Loc. arrivo: Rifugio Fanes (BZ)
Alt. partenza: 2.060 m Alt. arrivo: 2.060 m
Alt. minima: 2.060 m Alt. massima: 2.794 m
Guadagno elev.: 720 m Perdita elev.: 720 m
Orario inizio: 01/01/2009, 10:00 ca Orario fine: 01/01/2009, 15:45 ca
Sviluppo: 7,2 km Tempo movim.: 5:15 h ca
Tempo salita: 3:15 h ca Tempo discesa: 2:00 h ca
Vel. salita: n.d. Vel. discesa: n.d.
Traccia GPS: Col Bechei Fotografie:

02.01.2009: Cima Dieci (3.026 m)

Venerdì 2 gennaio è un’altra bella e fredda giornata: per oggi è prevista un’escursione su Cima Dieci. Partiamo verso le 9:15 dal nostro rifugio e in breve raggiungiamo il vicino Rifugio Lavarella (2.042m).

Affrontiamo il pendio che sovrasta a nord-ovest il rifugio fino ai 2.200m, raggiungendo un vasto altopiano che prosegue verso ovest in saliscendi fin sotto il Ciastel de Fanes.

Qui Laura e Alessandro preferiscono fermarsi, mentre noi verso le 11:15 proseguiamo risalendo il ripido canalino tra quota 2.450 m e 2.530 m che ci porta ad un secondo altopiano. Di fronte svetta il Col Bechei, salito il giorno prima.

Proseguiamo in falsopiano fino a 2.700m dove inizia il pendio finale che ci porta verso le 13:30 fino sotto la vetta di Cima Dieci (2.996m), proprio all’attacco della ferratina finale, che ovviamente evitiamo di percorrere.

Verso sud-est il pendio digrada abbastanza dolcemente nell’altopiano di Fanes, chiuso dalle cime del Col Bechei, Furcia Rossa e La Varella.

Verso nord-ovest invece precipita quasi verticalmente sulla Val Badia.

Il tempo di fare qualche foto e mangiare qualcosa, e per le 13:45 iniziamo la discesa. Verso le 15:00 siamo sull’altipiano e alle 15:45 raggiungiamo il Rifugio Lavarella. Non è tardi, e decidiamo di fare una pausa merenda nel rifugio.

Alle 16:30, con la luce ormai bassa, siamo di ritorno al nostro Rifugio Fanes.

Le fotografie dell’escursione sono raccolte nel:

Sintesi dell’escursione:

Escursione: Cima Dieci (3.026 m)
Ciaspole e sci
Class. SOIUSA: Gruppo delle Cunturines
Dolomiti Orientali di Badia, BZ
Loc. partenza: Rifugio Fanes (BZ) Loc. arrivo: Rifugio Fanes (BZ)
Alt. partenza: 2.060 m Alt. arrivo: 2.060 m
Alt. minima: 2.060 m Alt. massima: 3.026 m
Guadagno elev.: 990 m Perdita elev.: 990 m
Orario inizio: 02/01/2009, 9:15 ca Orario fine: 02/01/2009, 15:45 ca
Sviluppo: 11,2 km Tempo movim.: 6:15 h ca
Tempo salita: 4:15 h ca Tempo discesa: 2:00 h ca
Vel. salita: n.d. Vel. discesa: n.d.
Traccia GPS: Fotografie:

03.01.2009: Passo di Sant’Antonio (2.466 m)

Sabato 3 gennaio, ultimo giorno della vacanza, è un’altra bella e fredda giornata: mentre Laura e Alessandro fanno ritorno (molto travagliato!) verso Brescia, noi abbiamo in programma una breve escursione verso il Passo di Sant’Antonio.

Partiamo verso le 8:45 dal nostro rifugio e in breve raggiungiamo il vicino Rifugio Lavarella (2.042m). Affrontiamo il pendio che sovrasta a nord-ovest il rifugio fino ai 2.200m, proseguendo stavolta verso nord in falsopiano fino a raggiungere il bordo della profondo vallone che scende dal passo di Sant’Antonio.

Ci teniamo nel centro del vallone, e risaliamo inizialmente per la massima pendenza e successivamente a zig-zag fino a raggiungere per le 10:45 il Passo di Sant’Antonio (2.466 m).

Mentre noi aspettiamo al passo, Maria Teresa e Marco proseguono fino ad una cima che sovrasta il passo.

Per le 11:15 circa sono di ritorno, e ci apprestiamo quindi a rientrare al nostro rifugio verso le 12:45.

Non c’è alcuna fretta, per cui ci “regaliamo” un ben meritato pranzetto in rifugio.

Le fotografie dell’escursione sono raccolte nel:

Sintesi dell’escursione:

Escursione: Passo di Sant’Antonio (2.466m)
Ciaspole e sci
Class. SOIUSA: Sottogruppo di Sennes
Dolomiti di Braies, BZ
Loc. partenza: Rifugio Fanes (BZ) Loc. arrivo: Rifugio Fanes (BZ)
Alt. partenza: 2.060 m Alt. arrivo: 2.060 m
Alt. minima: 2.060 m Alt. massima: 2.466 m
Guadagno elev.: 410 m Perdita elev.: 410 m
Orario inizio: 03/01/2009, 8:45 ca Orario fine: 03/01/2009, 12:45 ca
Sviluppo: n.d. Tempo movim.: 3:35 h ca
Tempo salita: 2:00 h ca Tempo discesa: 1:35 h ca
Vel. salita: n.d. Vel. discesa: n.d.
Traccia GPS: n.d. Fotografie:

Il tempo di preparare i bagagli e caricarli sul gatto delle nevi, e verso le 14:00 siamo pronti per la discesa … che affrontiamo in slitta!

La prima parte della discesa è abbastanza dolce, per cui un po’ slittando e un po’ spingendo viaggiamo tutti appaiati.

Ma poi, quando il gioco si fa duro e la pista si fa ripida e a tornanti, sfrecciamo e giungiamo al traguardo … coperti di neve come un pupazzo 😀

Il tempo di cambiarci e prendere qualcosa di caldo, ed è di tornare verso Brescia, che raggiungiamo in decisamente tarda serata.

Escursione: Rifugio Pederü (1.548m)
Slitte e sci
Class. SOIUSA: Sottogruppo di Bechei
Dolomiti di Braies, BZ
Loc. partenza: Rifugio Fanes (BZ) Loc. arrivo: Rifugio Pederü (BZ)
Alt. partenza: 2.060 m Alt. arrivo: 1.548 m
Alt. minima: 1.548 m Alt. massima: 2.060 m
Guadagno elev.: 0 m Perdita elev.: 510 m
Orario inizio: 03/01/2009, n.d. Orario fine: 03/01/2009, n.d.
Sviluppo: 6,4 km Tempo movim.: n.d.
Tempo salita: 0:00 h Tempo discesa: n.d.
Vel. salita: 0 m/h Vel. discesa: n.d.
Traccia GPS: Fotografie: n.d.




Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...