deliri · humor

La migliore riposta possibile

Come noto, il plesso scolastico “Gianfranco Miglio” (già il nome è tutto un programma) di Adro (BS) è stato letteralmente ricoperto da simboli della Lega Nord: chi ha avuto pazienza ne ha contati 700, non è rimasto nemmeno un centimetro quadrato libero 😆

In breve si sono levate varie voci di protesta, da cittadini di Adro e da tutta Italia, a segnalare (l’ovvia) contrarietà ad una scandalosa prevaricazione.

Dopo un prolungato (e vergognoso) silenzio, anche il Ministro Gelmini ha fatto sentire la sua vocina: “per favore, non è carino, se possibile sarebbe meglio togliere quei simboli, almeno un po’, così senza troppo impegno mi raccomando“.

Fantastiche, nel loro genere, le risposte del sindaco di Adro, Oscar Lancini: “a casa nostra comandiamo noi”, “tolgo i simboli solo se me lo ordina Umberto (Bossi, ndr)” e “chi paga per la rimozione?”

Dopodiché nulla è stato fatto, i simboli sono rimasti al loro posto, la Gelmini tace.

Stavo facendo alcune mie riflessioni circa una civile risposta a questa ennesima provocazione, ma sono stato battuto sul tempo da quella che mi pare la miglior riposta possibile:




Di seguito, il sindaco di Adro “spiega” (si fa per dire) perché nella scuola manca in tricolore ma abbonda il sole delle alpi:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...