brescia · deliri

Te hi riat

Lunedì 9 aprile è Pasquetta: non posso rinunciare a una gita fuoriporta! Siccome però fa freddo e il tempo è bruttino, decidiamo per un pranzo in trattoria, e la scelta cade sull’Osteria Colmi di Polaveno.

Era da parecchio che non andavo da quelle parti, e quando sono arrivato a Polaveno sono rimasto basito: il paese è “ricolmo” di strampalati cartelli stradali fatti posare dall’amministrazione comunale, scritti in (presumo) dialetto polavenese e, solo e non sempre come seconda lingua, in italiano.

Traduco per i non bresciani: “Te hi riat” significa “Sei arrivato”, “Htréta” significa “Stretta”, “Cahtel” significa “Castello”, mentre “Ariidih” significa “Arrivederci” (questo è facile).

Il delirante furore leghista non conosce limiti … nemmeno al ridicolo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...