brescia · spunti & eventi

Aria nuova

Il ballottaggio delle elezioni amministrative del 9 e 10 giugno ha dato il suo responso: ha vinto Emilio del Bono con il 56,53%, battendo il sindaco uscente Adriano Paroli con il 43,47%.

Brescia si è liberata da un’amministrazione francamente impresentabile, che ha fatto delle carte di credito a disposizione degli assessori un uso a dir poco allegro, ha rimosso la LAM (Linea Alta Mobilità), ha spedonalizzato (per poi ovviamente ripedonalizzare) parte del centro storico, avrebbe voluto costruire un parcheggio sotto il Castello, ha osteggiato la metropolitana per poi vantarsene ad opera ultimata.

Avrebbe voluto spostare uffici comunali in una nuova sede in via Dalmazia lontana dalla metropolitana, ha speso 8 milioni di euro per comprare l’ex Oviesse per destinarla a Buonissimo, ha drasticamente ridotto i finanziamenti alla cultura trovando però oltre 20.000 euro per finanziare stramberie come il campionato di calcio padano e Miss Padania, ha testardamente cercato di impedire l’accesso al c.d. bonus bebè agli stranieri, comportamento condannato a più riprese come discriminatorio.

Brescia si è liberata da una giunta francamente impresentabile: come descrivere diversamente personaggi come Andrea Arcai, Nicola Gallizioli, Mario Labolani, Maurizio Margaroli, Nicola Orto, Fabio Rolfi.

A volte parla di più la fisiognomica della cronaca.

Addio, senza alcun rimpianto …
… e a mai più rivederci!

Le fotografie sono raccolte nel:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...