berlusconi

Dis-agibilità

Ma cosa diavolo vuole Silvio Berlusconi da noi?

La c.d. “Legge Severino” (legge n. 190 del 6 novembre 2012) disciplina l’incandidabilità e la decadenza dei politici eletti con sentenza passata in giudicato.

Questa legge è stata, da Berlusconi e dai suoi corifei, votata ed approvata, e durante tutto l’iter di approvazione ne lui ne nessun altro ha avuto nulla da ridire, ne relativamente ad una presunta incostituzionalità, ne relativamente ad un presunto problema di retroattività.

Perché adesso si agita tanto?

Cosa va blaterando di “agibilità politica”? Che poi è un altro modo per dire “non si tenga conto di una sentenza passata in giudicato dopo tre gradi di giudizio”.

Forse perché, anziché riguardare qualche politico minore o avversario, riguarda proprio lui?

Avrebbe dovuto pensarci prima, ma prima prima, al momento di commettere (o non commettere) determinati reati.

O per lui c’è sempre una corsia separata e privilegiata?

Annunci

One thought on “Dis-agibilità

  1. Secondo me è la dimostrazione che, in questo Paese, avendo abbastanza soldi, si può fare ciò che si vuole. Però ci sarebbe anche un altro aspetto: ora quelli del PDL dicono che una legge che hanno votato è incostituzionale. Bene: allora dovrebbero andare a casa perché o adesso sono in malafede e fanno gli interessi del loro padrone, oppure sono stati degli stolti a votare una legge (a loro dire) incostituzionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...