spunti & eventi · talenti

Perché non te li prendi a casa tua?

Poi c’è la frase finale, che si ripete ogni volta: perché non te li prendi a casa tua?, chiedono.

Rispondo: non li prendo a casa mia per lo stesso motivo per cui non mi occupo del manto stradale della mia via, delle siepi del mio quartiere, per lo stesso motivo per cui domattina non faccio il turno né da chirurgo né da infermiere, non dirigo il traffico, non rimborso gli infortunati in guerra o sul lavoro, non pago di tasca mia le ferie e le pensioni o per lo stesso motivo per cui non poso binari e guido treni. Pago le tasse nel mio Paese per ottenere servizi e dignità. Servizi e dignità. E su entrambi siamo messi maluccio.

A proposito: non sono forse gli stessi motivi per cui non ospitate i terremotati a casa vostra nonostante li usiate per giustificarvi? Credo proprio di sì.

Del resto, come scriveva lo scrittore francese André Gide, “meno è intelligente il bianco, più gli sembra stupido il nero”.

[Di Giulio Cavalli, da “Left“]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...