bici · fotografie · io · viaggi

Ciclabile dell’Inn

Per non interrompere il mio ruolino di marcia, anche quest’anno mi sono riproposto di percorrere una pista ciclabile tra Austria e Germania, paesi accoglienti, dotati di eccellenti piste ciclabili e molto attenti alle esigenze dei ciclisti. La scelta è caduta sulla ciclabile della valle dell’Inn (Inntal Radweg), nel tratto da Innsbruck a Passau.

Per rendere le cose un po’ più difficili, ho deciso di percorrerla a settembre, senza supporto logistico (trasporto bagagli, prenotazione alberghi, noleggio bici, assistenza, etc.) e da solo.

Tutto il (poco) bagaglio è stato “stivato” in due borse da 15l e uno zainetto da 20l (praticamente mai usato); in una borsa da manubrio da 3,5l stava il necessaire da viaggio, attrezzi e parti di ricambio stavano nella borsa sottosella da 0,4l.

Gli operatori specializzati (ad esempio GiroLibero) solitamente propongono il tour in 6 tappe da Innsbruck a Schärding:

    Tappa 1 Innsbruck-Straß 45 km
    Tappa 2 Straß-Kufstein 35 km
    Tappa 3 Kufstein-Wasserburg 68 km
    Tappa 4 Wasserburg-Mühldorf 46 km
    Tappa 5 Mühldorf-Braunau 51 km
    Tappa 6 Braunau-Schärding 53 km
    Totale 298 km
    Traccia GPS Innsbruck-Schärding

Io mi sono organizzato per percorrerla fino a Passau in 4 tappe

    Tappa 1 Innsbruck-Wörgl 71 km
    Tappa 2 Wörgl-Wasserburg 86 km
    Tappa 3 Wasserburg-Braunau 106 km
    Tappa 4 Braunau-Passau 71 km
    Totale 334 km
    Traccia GPS Innsbruck-Passau

Ecco allora il racconto del mio viaggio!

09.09.2009: Viaggio da Brescia a Innsbruck
09.09.2009: Tappa 1 da Innsbruck a Wörgl

Sono partito alle 6:30 da Brescia diretto (A4) verso Verona, proseguendo (A22) per il Brennero e (A13) Innsbruck, con uscita a Innsbruck Süd, e poi mi sono diretto in centro città.

Viaggio Brescia – Innsbruck
Itinerario [GoogleMaps] Brescia Centro, [A4] Peschiera, [SS11] Bivio SS11/SS450, [SS450] Affi, [A22] Brennero, [A13] Innsbruck West
Tipologia Automobile su autostrada, strada statale
Costi 59€/pax (carburante 36€, pedaggio Italia 15€, pedaggio Austria 8€)
Loc. partenza Brescia (BS-I) Loc. arrivo Innsbruck (I-A)
Sviluppo 301 km Tempo mov. n.d.
Orario inizio 09/09/2009, n.d. Orario fine 09/09/2009, n.d.

Dopo aver (faticosamente) trovato un parcheggio “bianco” e assemblato il tutto, finalmente verso le 10:30 mi sono messo in sella, con una bella giornata di sole. L’Inn è già un fiume maestoso, che scorre nella valle delimitata dalle Alpi Aurine a sud e dalle Alpi Bavaresi a nord, in un tipico paesaggio di fondovalle.

In 10km, tra il fiume e il verde in quello che sembra un lunghissimo parco pubblico, si raggiunge Hall in Tirol, antica cittadina ricca di monumenti, che nel medioevo raggiunse grande potenza e splendore grazie alle miniere di sale. Da visitare la Münzerturm (torre della zecca) e la Obere Stadt (citta vecchia).

Ancora 8km e si raggiunge Wattens, famosa per la Swarovski Kristallwelten (i mondi di cristallo Swarovski), spettacolare esposizione celebrativa allestita da André Heller.

Altri 13Km e si arriva a Schwaz, cittadina d’aspetto medioevale che conobbe nei secoli XV-XVI grande splendore per lo sfruttamento delle vicine miniere di argento e rame, non più in esercizio ma visitabili (Schwazer Silberbergwerk).

In 6km si raggiunge Schloß Tratzberg, castello tardo gotico in strategica (e meravigliosa) posizione a dominio della valle.


Altri 4Km e si arriva a Jenbach, punto di partenza dell’Achenseebahn, ferrovia a cremagliera del 1889 che collega l’Achensee, uno dei più bei laghi delle alpi austriache, e della Zillertalbahn, ferrovia del 1912 che percorre la bellissima valle Zillertal.

Da Jenbach in 14km (5km su sterrato) tra il fiume e i boschi, si raggiunge Rattenberg, caratteristico villaggio di origine medioevale tra i più importanti centri dell’artigianato tirolese del vetro.

Sarà anche vero che i fiumi di solito vanno in discesa, ma un fastidioso vento contrario rende lenta e faticosa la marcia, per cui dopo ulteriori 16km verso le 18 arrivo a Wörgl e decido di fermarmi senza quindi raggiungere Kufstein, destinazione finale prevista; i 15km mancanti li recupererò l’indomani.

Per la notte mi fermo alla (pittoresca) Gasthof Wildschönauer Bahnhof. Anche se il menù del locale è invitante, risulta invece impossibile mangiarci causa rischio intossicazione da fumo, e dopo aver girato il centro per mezzora opto per l’elegante Hotel Restaurant Schachtnerhof.

Ma quanto fumano gli austriaci? 😯 😈

Tappa Innsbruck – Wörgl
Itinerario [Bikemap] Innsbruck, Hall in Tirol, Wattens, Schwaz, Tratzberg, Rattenberg, Wörgl
Tipologia Bicicletta su pista ciclabile, strade secondarie
Costi 60€ (cena, pernottamento)
Loc. partenza Innsbruck (I-A) Loc. arrivo Wörgl (KU-A)
Alt. partenza 569 m Alt. arrivo 509 m
Alt. massima 576 m Alt. minima 497 m
Disl. salita 188 m Disl. discesa 248 m
Sviluppo 71 km (5 km sterrato) Tempo mov. n.d.
Orario inizio 09/09/2009, n.d. Orario fine 09/09/2009, n.d.

10.09.2009: Tappa 2 da Wörgl a Wasserburg am Inn

Un’altra bella giornata di sole; alle 8:30 sono già in sella, e dopo 15km (3km su sterrato) raggiungo Kufstein, nota località di villeggiatura e sport invernali.

Kufstein è dominata dall’alto di uno sperone roccioso a sbalzo sull’Inn dalla spettacolare Festung Kufstein: la visita della Fortezza si porta via più di un’ora, ma ne vale assolutamente la pena.

Da Kufstein per 18km l’Inn segna il confine tra Austria e Germania, dopo di che si entra definitivamente in Germania.

Altri 23Km (17km su sterrato) sotto un sole micidiale che cuoce braccia e gambe, e si arriva a Rosenheim, importante città commerciale dell’alta Baviera.

Dopo 30km (19km su sterrato) tra i boschi e le paludi e con 4 salite abbastanza impegnative, alle 18:30 arrivo finalmente a Wasserburg am Inn, bella e antica cittadina costruita entro una stretta e allungata ansa del fiume, e per tale ragione chiamata la Venezia sull’Inn.

L’ufficio del turismo è ormai chiuso per cui faccio qualche telefonata per cercare alloggio, che trovo presso Huberwirt am Kellerberg, che però dista 3km, tutti in ripida salita 😯 : in compenso il panorama sulla città è davvero incantevole.

Ottima cena alla Paulanerstuben, dove si tiene una strana riunione della Die Linke, tenuta da un buffo relatore.

Tappa Wörgl – Wasserburg am Inn
Itinerario [Bikemap] Wörgl, Kufstein, Rosenheim, Wasserburg am Inn
Tipologia Bicicletta su pista ciclabile, strade secondarie
Costi 70€ (pranzo etc, cena, pernottamento)
Loc. partenza Wörgl (KU-A) Loc. arrivo Wasserburg am Inn (RO-D)
Alt. partenza 510 m Alt. arrivo 493 m
Alt. massima 511 m Alt. minima 426 m
Disl. salita 356 m Disl. discesa 374 m
Sviluppo 86 km (39 km sterrato) Tempo mov. n.d.
Orario inizio 10/09/2009, n.d. Orario fine 10/09/2009, n.d.

11.09.2009: Tappa 3 da Wasserburg am Inn a Braunau am Inn

Oggi è una giornata fresca e nuvolosa; alle 8:30 sono in sella, e scendo nuovamente a Wasserburg per visitare la città e fare qualche foto.

Verso le 9:30 saluto Wasserburg e riparto per uno dei tratti più belli della ciclabile, lungo 48Km (19km su sterrato) in un ambiente “di selva” molto suggestivo e movimentato (ben 10 tratti in salita anche piuttosto impegnativi), sino ad arrivare a Mühldorf, bella cittadina di aspetto salisburghese.

Altri 28km (ben 22km su sterrato impegnativo) e arrivo a Marktl am Inn, piccolo comune bavarese noto per aver dato i natali a papa Bendetto XVI. Non so come interpretare il fatto, ma appena entro in Marktl comincia a piovere intensamente e si scatena un temporale 😯 .

In 11 km (5 km su impegnativo sterrato) si arriva allo spettacolare punto in cui la Salzach confluisce nell’Inn, all’interno del Europareservat Unterer Inn, la più grande area protetta avifaunistica d’Europa.

Gli ultimi 12km (5km su sterrato reso particolarmente impegnativo dalla ghiaia bagnata e dal fango) li percorro all’interno dell’area protetta, in un’atmosfera resa molto suggestiva dalla pioggia battente, ed enfatizzata dalla assoluta solitudine.

Verso le 18:00 arrivo a Simbach, attraverso il ponte sull’Inn che segna il confine con l’Austria e arrivo a Braunau, antica cittadina con una bella piazza, e (tristemente) famosa per aver dato i natali ad Adolf Hitler.

L’ufficio del turismo mi consiglia l’Hotel Post, storico (e vetusto) albergo nella Stadtplaz, la piazza principale.

Per cena invece, dopo aver fatto più giri del centro per trovare un ristorante “no smoke”, vado all’elegante e ottimo Tafelspitz Restaurant, dove prendo Kartoffelsuppe e Wiener Schnitzel (come sempre enorme e accompagnata da patate e marmellata di mirtilli), il tutto innaffiato da una fresca Radler.

Tappa Wasserburg am Inn – Braunau an Inn
Itinerario [Bikemap] Wasserburg am Inn, Mühldorf, Marktl am Inn, Braunau am Inn
Tipologia Bicicletta su pista ciclabile, strade secondarie
Costi 70€ (pranzo etc, cena, pernottamento)
Loc. partenza Wasserburg am Inn (RO-D) Loc. arrivo Braunau am Inn (BR-A)
Alt. partenza 493 m Alt. arrivo 348 m
Alt. massima 544 m Alt. minima 337 m
Disl. salita 887 m Disl. discesa 1.019 m
Sviluppo 106 km (51 km sterrato) Tempo mov. n.d.
Orario inizio 11/09/2009, n.d. Orario fine 11/09/2009, n.d.

12.09.2009: Tappa 4 da Braunau am Inn a Passau

E’ una giornata fresca e nuvolosa, ma non piove; alle 8:30 esco e faccio un giro per Braunau, per visitare la bella città e fare qualche foto.

Verso le 9:00 lascio Braunau e pedalo in solitudine all’interno della Europareservat Unterer Inn, la più grande area protetta avifaunistica d’Europa.

In 27km (14km su sterrato) supero Schloß Agenau, bella residenza di antica origine con chiesetta gotica.

Al culmine di una salita raggiungo Obernberg am Inn, antico emporio del sale con parte dell’abitato ancora di orgine medioevale.

In 5km (3km su sterrato) al termine di un’impegnativa salita raggiungo Reichersberg, dove si trova l’Augustiner Chorherrenstift, abbazia agostiniana fondata nel 1084 e ricostruita in forme barocche nel 1644 dopo un incendio.

Ancora 19km (6km su sterrato) e arrivo a Schärding, pittoresco borgo di impronta medievale e barocca, con una bella piazza ravvivata dai colori smaglianti delle tipiche case bavaresi.

In 8km (2km su sterrato) sono a Wernstein, piccolo borgo dove la valle dell’Inn si stringe in una gola dominata dai contrapposti castelli di Burg Wernstein e Schloß Neuburg.

Ultimi 10km (4km su sterrato) scanditi dal conto allo rovescia della confluenza dell’Inn nel Danubio, e finalmente verso le 16:00 arrivo con il bel tempo a Passau, la meta finale, affascinante e bella città tedesca alla confluenza dei fiumi Danubio, Inn e Ilz.

Colgo l’occasione per visitare (per la terza volta) la città, che non finisce mai di stupire, con le imprendibili fortezze (Veste Oberhaus, Veste Niederhaus), il Duomo e la sua piazza, il punto panoramico di confluenza dei tre fiumi.

Per cena, dopo aver fatto i soliti giri del centro per trovare un ristorante “no smoke”, vado alla Blauer Bock Gasthof, con cucina tipica bavarese e bella vista sul Danubio: Gemüsesuppe (zuppa di verdure), Zwiebelrost Braten (una bisteccona con patate e cipolle affettate e arrostite, ottima ma digeribile in tre giorni), e la solita Radler.

Per il pernottamento mi concedo il lusso dell’Hotel Am Jesuitenschlössl, un elegante (e caro) 4 stelle, ma ne vale proprio la pena.

Tappa Braunau an Inn – Passau
Itinerario [Bikemap] Braunau am Inn, Agenau, Obernberg am Inn, Reichersberg, Schärding, Wernstein, Passau
Tipologia Bicicletta su pista ciclabile, strade secondarie
Costi 110€ (pranzo etc, cena, pernottamento)
Loc. partenza Braunau am Inn (BR-A) Loc. arrivo Passau (PA-D)
Alt. partenza 348 m Alt. arrivo 301 m
Alt. massima 355 m Alt. minima 294 m
Disl. salita 512 m Disl. discesa 564 m
Sviluppo 71 km (29 km sterrato) Tempo mov. n.d.
Orario inizio 12/09/2009, n.d. Orario fine 12/09/2009, n.d.

13.09.2009: Viaggio da Passau a Brescia

Mi sveglio per sicurezza alle 6:30, dovendo prendere il treno alle 8:21. Alle 7:30 sono già in stazione 😕 e ho modo di apprezzare la precisione teutonica: la macchinetta automatica, oltre a stampare il biglietto, stampa pure un report con orari e addirittura binari di partenza e arrivo.

A prima vista le coincidenze sembrano decisamente strette: 11′ di margine a Monaco e 7′ a Rosenheim: in Italia potrei metterci una croce sopra. Invece i treni, belli e puliti, spaccano il secondo e alle 13:16 sono a Innsbruck.

Tutto bene con le ferrovie tedesche ed austriache? Si certo, però … che care: 60€ per fare circa 200km 😯

Viaggio Passau Hbf. – Innsbruck Hbf.
Itinerario [GoogleMaps] Passau Hbf., Wels Hbf., Innsbruck Hbf.
Tipologia Treno su ferrovia
Costi 60€ (biglietto ferroviario)
Loc. partenza Passau Hbf. (PA-D) Loc. arrivo Innsbruck Hbf. (I-A)
Sviluppo n.d. Tempo mov. 04:55 h
Orario inizio 13/09/2009, 08:21 Orario fine 13/09/2009, 13:16

Carico armi e bagagli in auto, mangio qualcosa alla veloce, faccio scorta di birre e poi alle 14:30 parto. Ripercorro a ritroso la strada dell’andata, e a sera sono a Brescia, dopo esser rimasto imbottigliato un’ora nel traffico a Peschiera.

Viaggio Brescia – Innsbruck
Itinerario [GoogleMaps] Innsbruck West, [A13] Brennero, [A22] Affi, [SS450] Bivio SS11/SS450, [SS11] Peschiera, [A4] Brescia Centro
Tipologia Automobile su autostrada, strada statale
Costi 59€/pax (carburante 36€, pedaggio Italia 15€, pedaggio Austria 8€)
Loc. partenza Innsbruck (I-A) Loc. arrivo Brescia (BS-I)
Sviluppo 301 km Tempo mov. n.d.
Orario inizio 13/09/2009, n.d. Orario fine 13/09/2009, n.d.

Sintesi del viaggio

La pista ciclabile attraversa ambienti molto belli e vari, ben curati, difesi e in parte protetti. La pista stessa è ben tracciata e segnalata, quasi sempre in sede propria.

Come sempre in Germania e ancor più in Austria, le persone sono accoglienti, gentili e disponibili. Nessun problema nel trovare ospitalità per la notte e per mangiare: le strutture alberghiere sono pulite ed adeguate, e la cucina a mio modesto parere ottima.

Unico problema, importante e incoerente rispetto alla cultura locale del rispetto, l’assenza di una legge contro il fumo nei locali pubblici, che mi ha costretto a lunghe peregrinazioni per cercare locali non troppo intossicati.

Trovare parcheggio a Innsbruck non è semplice ne economico (vedi mappa della città): probabilmente la soluzione migliore è lo “Hafen Park&Ride” vicinissimo all’uscita Innsbruck-West della A12 (qui il percorso dall’uscita Innsbruck-Süd della A13, non è necessaria la vignette 😉 ). La ciclabile è a pochi metri dal parcheggio lungo la sponda destra dell’Inn.

Per percorrere la ciclabile dell’Inn non è necessario affidarsi ad un tour operator, ma è possibile organizzarsi autonomamente, garantendosi maggior flessibilità … e anche un certo risparmio 😉

L’editore Verlag Esterbauer GmbH pubblica ottime “radtourenbuch” (guide delle ciclabili) plastificate rilegate ad anello, con dettagliate mappe del percorso tappa per tappa, piante di città, informazioni turistiche e logistiche.

Per la Ciclabile dell’Inn è disponibile la guida “Inn-Radweg 2: Von Innsbruck nach Passau” in tedesco, ordinabile direttamente dall’editore o anche tramite Amazon [tedesco].

Tutto il percorso, da Innsbruck a Passau, è affiancato da una linea ferroviaria, per cui al bisogno si può interrompere la tappa per portarsi a fine-tappa o interrompere il tour per portarsi alla fine o all’inizio del tour mediante treno.

Come visto, una volta giunti a Passau è possibile far ritorno a Innsbruck in treno. A titolo puramente esemplificativo, ecco una simulazione di viaggio di ritorno per il 19 agosto 2012 (estratta dal sito delle Ferrovie Federali Austriache OBB):

    Stazione Ora Binario Mezzo
    Passau Hbf
    Wels Hbf
    da 08:04
    a 09:18
    2
    3
    R 5913
    Wels Hbf
    Innsbruck Hbf
    da 09:45
    a 12:52
    2
    3
    OIC 860

Le ferrovie federali tedesche e austriache sono ottimamente organizzate, e i treni belli e puliti. Certo che sono cari!

In totale, ho percorso 340km, dei quali 124km su sterrato, e speso 370€, oltre a circa 130€ per il viaggio.

Portfolio fotografico

Su flickr sono disponibili le fotografie relative a:

    Tappa Innsbruck – Wörgl
    Tappa Wörgl – Wasserburg am Inn
    Tappa Wasserburg am Inn – Braunau am Inn
    Tappa Braunau am Inn – Passau

    Che dire? Arrivederci all’anno prossimo, con un’altra pista ciclabile.

    Annunci

17 thoughts on “Ciclabile dell’Inn

  1. Ciao, io e la mia ragazza faremo il tuo stesso viaggio, per il parcheggio a innsbruck sai darmi qualche dritta? Noi la prima notte dormiamo li, ma un parcheggio anche non a innsbruck andrebbe bene.
    Grazie
    Ciao

  2. Dicono sia bella la ciclabile dell’Enns! Comunque ce ne sono parecchie altre 🙂 ciao Alberto.

  3. Buon di capisco.Grazie molte.Altre ciclabili in Austria a parte quelle che ho già fatto? Grazie a presto.smirnov

  4. Ciao Domenico, la Ciclabile dell’Inn dal Passo del Maloja a Passau è lunga 520 km, non alla portata di tutti i cicloamatori e cicloturisti.

    E’ quindi naturale spezzarla in due parti ed in effetti Innsbruck, oltre che trovarsi quasi a metà del percorso, si trova anche a separazione tra la zona “alpina” dell’Engadina e la zona “alluvionale” della Valle dell’Inn, con caratteristiche morfologiche ben differenziate.

    La seconda parte è anche oggettivamente più abbordabile per ciclisti meno allenati, da qui la preferenza per essa.

    Grazie per il tuo commento e a presto, Alberto

  5. Dopo la ciclabile del danubio,drava,tauri e murr l’idea e’ fare L’inn ma perche’ tutti partono da Insbruck e non dalla Svizzera ? Aspetto news…….

  6. Ciao Mariano, la ciclabile dell’Inn da Innsbruck a Passau presenta 124km di sterrato su 340km totali. In genere sono di buon sterrato tranne nella parte che attraversa la “Europareservat Unterer Inn”, un po’ più accidentata comunque aggirabile su strade asfaltate (meglio dotarsi di guida con il percorso, come la “Inn-Radweg 2: Von Innsbruck nach Passau” dell’editore Verlag Esterbauer GmbH). Il percorso è sempre ben segnalato e non ci si perde mai. Trovare parcheggio a Innsbruck non è proprio semplicissimo ne a buon mercato (vedi mappa di Innsbruck): una buona soluzione dovrebbe essere lo “Hafen Park&Ride” (qui il percorso dall’uscita Innsbruck Sud della A13). La ciclabile è a pochi metri dal parcheggio lungo la sponda destra dell’Inn. Ciao e buoni giri, Alberto.

  7. Ciao Alberto, pensi sia percorribile la ciclabile dell’Inn da Innsbruck a Passau in bici da corsa?
    Ho già percorso tutta la ciclabile della Drava che presenta centinaia di km di sterrato con la mia bici da corsa senza particolari problemi e senza forature( una bella fortuna) e vorrei fare andata e ritorno tutta questa bellissima ciclabile austriaca.
    Arrivando dal Brennero è semplice trovare la ciclabile?
    E poi, la ciclabile, lungo il suo percorso, è ben segnalata con dei cartelli particolari?
    Ciao e buoni giri. Mariano

  8. Domanda difficile! Belle entrambe: quella dei Tauri ha un po’ di montagne e Salisburgo, quella dell’Inn di pianura, con cittadine come Kufstein e Wasserburg. Entrambe poi passano per Braunau e Shaerding. Comunque sia, sarà una buona scelta!

  9. Grazie
    preferibile la ciclabile dell’INN da Innsbruck a Passau oppure la ciclabile dei Tauri da Krimms a Passau ?

  10. Ciao Sergio io non ho ancora percorso la prima parte della ciclabile dell’Inn, da Maloja a Innsbruck, perlomeno non in bicicletta 😉 e quindi non so dirti come sia. Una traccia con profilo altimetrico della ciclabile la puoi trovare su bikemap maloja-passau.
    Grazie per il tuo commento a presto Alberto.

  11. Ciao,
    anch’io ho intenzione di percorrere la ciclabile dal Passo del Maloia a Passau. Sono curioso di sapere perchè tutte quelle salite citate nel racconto. Comunque complimenti e grazie in anticipi per la risposta.
    sergio

  12. Buon giorno, sto organizzano per la prima settimana di luglio il percorso che lei ha descritto e vorrei capire come mai vengono descritte svariate salite impegnative quando la ciclabile dovrebbe costeggiare il fiume su tutto il percorso. la mia preoccupazione è legata al fatto che la percorro con le mie bambine al seguito di 8 e 10 anni (che hanno le loro bici) piú un trailer con cane e borse laterali con tutta l’attrezzatura per l’intera settimana del viaggio. Le salite quindi mi preoccupano visto il peso dell’attrezzatura che mi porto appresso.Quest’anno abbiamo fatto da Passau a Vienna senza particolari difficoltá in 7 giorni

  13. NON AVEVO MAI AVUTO OCCASIONE DI VISITARE QUESTO SITO….HO PERCORSO LE CICLABILI DELLA DRAVA E DELL’INN………………COMPLIMENTI PER TUTTO!!!!!!!!!!!

  14. vorrei se ti è possibile qualche informazione sulla ciclabie passo Resia -Innsbuck.se ci sono dislivelli difficili-gallerie o quantaltro.Stiamo organizzando un due giorni per il prossimo anno e ci hanno riferito che ci sono delle difficoltà in quanto il primo tratto del Resia scendendo verso Imst ci sono delle gallerie.Se puoi essermi di aiuto grazie.

    Gruppo cicloamatoriale Tour Bacia la Capra

    San Vito di Leguzzano – Vicenza-

    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...